martedì 20 agosto 2019

Quasi due anni ormai di Renzi al governo

sembra ieri che non l'abbiamo votato...

Quasi due anni ormai di Renzi al governo
Riceviamo una lettera da un amico lettore e decidiamo di pubblicarla.
Il testo ci ispira un bel Alitosi.

"Buongiorno Direttore,
l’esistenza di un parlamento viene usualmente associata alla democrazia, cioè espressione di rappresentanza, tramite elezioni politiche, della volontà popolare; in realtà non mancano regimi non democratici che possiedono un organo così denominato, con struttura e funzioni solitamente non dissimili da quelle dei parlamenti democratici.
La differenza sostanziale con questi ultimi è che i parlamenti non democratici, anche quando sono elettivi, non sono eletti nell’ambito di una reale competizione tra più partiti: in certi casi un solo partito è autorizzato a presentare le candidature (nazareno), in altri casi vi sono più partiti ma le condizioni in cui si svolgono le elezioni sono tali da assicurare la vittoria a uno solo.
In casi come questi il parlamento non è più il portavoce della volontà popolare ma, semplicemente, il luogo dove vengono ratificate le decisioni prese da chi detiene effettivamente il potere (organi del partito unico del nazareno): la sottoposizione di tali decisioni al voto parlamentare ha il solo scopo di ostentare una parvenza di democraticità o un fittizio consenso popolare alle scelte del regime.
Gli ultimi tre governi non li ha eletti il popolo, Renzi ed i suoi ministri non sono stati eletti da nessuno, questo parlamento è in gran parte una non espressione del popolo sovrano, i ministri Madia, Boschi, solo per fare un esempio, non sono stati mai eletti da nessun cittadino in nessuna consultazione elettorale.
Questo parlamento ha eletto il nuovo presidente della repubblica,che paradossalmente è stato per anni giudice della consulta (che ha già tra l’altro giudicato anticostituzionale la legge elettorale del leghista "porcellum")e quindi conosce bene la costituzione.
La prima cosa che dovrebbe fare il nuovo presidente è rassegnare le dimissioni, in quanto non è il presidente del popolo italiano, ma solo il parto di un governo abusivo….e lui ne è a conoscenza.

Cordiali Saluti.

#fancuffia


Visualizzazioni: 782
©Roberto Roby Rossi Olbia - Sardegna rssrrt62m02d150b - cronaca@robyrossi.it - cell. 349.8569627 - skype - robyrossi62 - http://facebook.com/robyrobyrossi - twitter - @robyrossirob
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +