sabato 18 gennaio 2020
  • » News
  • » Iannuzzi e i mongoloidi

Iannuzzi e i mongoloidi

ordina l'assalto all'inviato di Striscia, lo insulta, poi si pente

Iannuzzi e i mongoloidi
"Questo signore è il vice questore di Avellino Elio Iannuzzi.
Oltre ad aver malmenato un inviato di Striscia ha pensato bene di dargli del mongoloide proprio mentre lo costringeva ad entrare nella macchina della polizia.
Per le ferite dell'inviato credo sia un chiaro esempio di epilessia, se le sarà fatte da solo.
Per le parole del vice questore, sentite nitidamente nel servizio, mi auguro che venga rimosso immediatamente dal proprio incarico.
Si mobiliti l'Associazione Italiana Persone Down. Mio fratello è Down e mi rifiuto di pensare che soldi pubblici vengano investiti nello stipendio di questo tizio dal lessico trogloditico. Punto. "

Lo scrive Guglielmo Timpano, conduttore televisivo e speaker di emittenti romane, sul suo profilo Facebook.

E’ di questi minuti notizia che il buon Iannuzzi, ripreso dalle telecamere nella sua deplorevole e vergognosa azione, si pente e rilascia ad un giornalista de Il Messaggero che lo ha intervistato, la seguente dichiarazione:

Ammetto di avere sbagliato. Sono un servitore dello Stato e un uomo: chiedo pubblicamente scusa a Luca Abete... non desidero che le mie scuse possano essere interpretate come un tentativo di giustificazione, in questo momento sento il bisogno di esprimere il mio dispiacere a Luca Abete, per le parole che, in un momento di particolare concitazione, ho pronunciato... da poliziotto e da uomo, chiedo scusa, sono pronto ad accettare una punizione per il mio comportamento e mi auguro solo di avere un’occasione per riscattarmi”.

Ammetto di aver sbagliato… sono pronto ad accettare una punizione per il mio comportamento… ???
Stabilito che non può fare altro che accettarla, il Iannuzzi, la punizione che gli verrà assegnata, la domanda è “ma se non fosse stato ripreso a distribuire pesanti manate sulla telacamera per evitare le riprese, e se i microfoni non avessero registrato queste volgari parole di pesante discriminazione che rappresentano l’ignoranza propria del vice questore, sarebbe stato così dispiaciuto del suo animalesco operato?”.

Ora la palla passa al Procura che ha aperto un’inchiesta e vediamo, anzi, monitoriamo la vicenda per conoscere se, come spesso capita, la casta delle forze dell’ordine sarà ancora una volta talmente forte per lasciare scivolare in una condanna indolore il reato commesso dal buon Iannuzzi. 

p.s.: nel video qui sotto l'ottimo servizio che TeleNostra, emittente di Avellino, ha dedicato al fatto.

©Roberto Roby Rossi


Visualizzazioni: 619
©Roberto Roby Rossi Olbia - Sardegna rssrrt62m02d150b - cronaca@robyrossi.it - cell. 349.8569627 - skype - robyrossi62 - http://facebook.com/robyrobyrossi - twitter - @robyrossirob
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +