giovedì 25 aprile 2019

viaggio in Algeria

viaggio in Algeria
Qualche giorno qui, dove un vento violento e pungente smuove con forza la mia piccola tenda e mi ricorda che, anche a queste latitudini, è la notte di capodanno, anche qui, in questa parte di Africa.
Quell'Africa colonizzata, sfruttata, dove l'occidente ha voluto imporre le sue regole, quelle del business, dell'occupazione e della sottomissione.
Erano anni che immaginavo questo viaggio, breve ma intenso, lontano da tutto, fuori dal tempo. Per una decina d'anni, fino al 1998, l'Algeria è stata terra di guerre e di combattimenti, creati ad hoc con la solita molla dell'integralismo islamico, una miccia sempre pronta, tenuta lì per essere innescata da chi, sulle guerre, monta le proprie fortune.
  • dove risiede l'unica risposta ad ogni domanda
    otto le luci delle stelle mi hanno parlato dei Mauri, dei Tuareg, dei Toubou, gli abitanti del Sahara, la "gente delle nuvole", così sono chiamati i Mauri, nomadi in cerca di pascoli e di pozzi d’a...
    Pubblicata il:11/01/2016
©Roberto Roby Rossi Olbia - Sardegna rssrrt62m02d150b - cronaca@robyrossi.it - cell. 349.8569627 - skype - robyrossi62 - http://facebook.com/robyrobyrossi - twitter - @robyrossirob
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +