domenica 22 ottobre 2017
  • » News
  • » La scelta è: religione o rispetto per la vita

La scelta è: religione o rispetto per la vita

l’uomo dimentica di contemplare il cielo...

La scelta è: religione o rispetto per la vita
Bernardino del Boca, antropologo teosofo, ha vissuto e scritto, nel secolo scorso, importanti pagine che restano pietre miliari nella ricerca di sintesi tra scienza e spiritualità. Un suo scritto recita che il messaggio divino d’amore e di fratellanza di Gesù Cristo, la filosofia del Buddha, la saggezza di Socrate, l’umiltà di Leonardo da Vinci, l’esempio dei santi, dei saggi e dei pensatori di tutte le epoche, non rappresentano la cultura. Sono come le stelle in cielo, luminose e lontane, spesso dimenticate. L’uomo dimentica di contemplare il cielo come dimentica di ascoltare la voce della saggezza.

Il cristianesimo nasce da una filosofia pacifista e antibelligerante, a conferma le più noti frasi porgi l’altra guancia ed ama il prossimo tuo come te stesso, dettami alla base del Vangelo di Gesù. Identica filosofia di nonviolenza è stata quella perseguita e diffusa da Gandhi, principio che ha le medesime radici derivanti da una profonda fede verso la ragione che siamo tutti parte della stessa esistenza, uomini, piante ed animali. 
E’ immediatamente conseguente che, nel rispetto dei vari elementi del creato, la coscienza che la terra, l’acqua, l’aria e ciò che è generato in natura, sono beni comuni che non debbono essere alienati all’uomo e agli animali

Oggi, più che mai, credo che la attuazione di una proposizione ecologista profonda, totalmente disgiunta dalla fede religiosa, sia assolutamente imprescindibile per la continuità della civiltà umana. L’alternativa parla di una sua sofferta e brutale sopravvivenza, in considerazione anche dell’alienazione sempre più forte con i cicli naturali ed il continuo protrarsi dell’avvelenamento dell’habitat
La costante e continua evoluzione della specie umana comporta ad una inevitabile presa di coscienza che la nostra vita si svolge in un contesto inscindibile. Si tratta di una semplice constatazione, di un banale dato di fatto. Tutto così semplice e banale, ma purtroppo disastrosamente ignorato
Queste ovvietà devono essere capite per poterle vivere, a partire da noi, singoli soggetti, poi a livello comunitario. Perché questa norma possa regolare la nostra quotidianità, necessita una comprensione consapevole, libera e svincolata da qualunque ideologia o spinta etica

Ognuno può e deve comprendere la necessità di riequilibrare la propria alimentazione e lo stile di vita solo ed esclusivamente in virtù di una propria conoscenza ed autoconsapevolezza ecologica e fisiologica, e non per ragioni indotte. Certamente questa condizione esistenziale necessita una crescita ed una maturazione individuale che conduce ad un riavvicinamento alla propria natura originale, un processo, quindi, che non può essere il risultato di una scelta o di un credo

no religione si alla vitaInevitabilmente la vita, al momento opportuno e con i modi che gli sono consoni, condurrà l'uomo verso la sua natura originale. Assecondare ed integrarsi nel sistema con naturalezza, anziché violentare per essere violentati, è ciò che il genere umano deve comprendere. Questo ritorno, questa coscienza di Sé nell’Esistenza Universale, non è una esperienza particolare, non ha bisogno di nomi o di attributi, è più semplicemente riconoscersi in ciò che è... 

Le religioni hanno strumentalizzato la spiritualità naturale dell'uomo trasformandola in speculazione utilitaristica. La sopravvivenza passa attraverso l’azzeramento delle religioni, condizione necessaria perché l'uomo recuperi i suoi veri sentimenti e la sua vera natura. L’evoluzione si snoda attraverso una continua crescita di coscienza e non c'è alcun bisogno di soffrire le religioni o di viverle con odio e disprezzo, ma basterà sapere che esse non contengono alcuna verità, abbandonandole così al loro destino

© Roberto Roby Rossi


Visualizzazioni: 105
©Roberto Roby Rossi Olbia - Sardegna rssrrt62m02d150b - cronaca@robyrossi.it - cell. 349.8569627 - skype - robyrossi62 - http://facebook.com/robyrobyrossi - twitter - @robyrossirob
powered by infonet srl piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +