mercoledì 25 aprile 2018
  • » News
  • » ProntoPro o PRONTOQUIPROQUO

ProntoPro o PRONTOQUIPROQUO

dall'esperimento alle recensioni il risultato è: meglio evitare

ProntoPro o PRONTOQUIPROQUO
Abbiamo voluto sperimentare, su invito di alcuni amici clienti, questo nuovo brand catapultato con veemenza sul mercato del lavoro: parliamo di ProntoPro
Mi chiedevano informazioni e, come mai, avessero investito denaro senza ottenere una bella cippalippa. Mettevano in discussione la loro capacità nell'utilizzo dello strumento, poiché si tratta di lavorare anche in chiave “comunicazione”, almeno nella prima fase di inserimento dati e descrizione dell'azienda. 
Per questo motivo sono temporaneamente entrato nel mondo di ProntoPro, un brand che sta investendo moltissimo, e su tutti i canali, in un battage pubblicitario assai costoso. 
Gli spot di ProntoPro sono “delicatamente aggressivi” ed entrano nelle case attraverso spot radiotelevisivi delle principali emittenti, a partire da Rai e Mediaset, ed in forma decisamente invasiva attraverso il web, email marketing ed altre strategie di notevole efficacia. 

Tutto questo ha portato, e continua a portare, nelle casse dell'organizzazione che ha inventato ProntoPro un elevato numero di imprenditori, in prevalenza artigiani e fornitori di servizi di piccole e medie dimensioni che, convinti nella validità del servizio, investono quattrini ad occhi chiusi. 

Ma cos'è ProntoPro?
Nel sito ufficiale si racconta che “Prontopro.it è una piattaforma presente in tutta Italia che permette a professionisti, come te, di entrare in contatto con nuovi clienti!”. I clienti usano quindi ProntoPro per cercare professionisti ed esperti per le più svariate esigenze, un incontro quindi tra richiesta ed offerta. 

Perché scegliere ProntoPro?
Sempre sul sito ufficiale, ti pongono questa domanda per invogliare gli utenti ad affidarsi a loro. Con piccoli stratagemmi, furberie e stregonerie, a partire dalla registrazione gratuita. Una volta registrato ti presentano una serie di vantaggi per la tua azienda, millantando un numero infinito di potenziali clienti che sono lì ad aspettare te, quasi già con il denaro in mano! 

ProntoPro dal sito ti racconta che “i clienti ci dicono le loro esigenze, ProntoPro le controlla, e se superano il controllo, te le inoltreremo”. 
E poi ti spiega anche che “registrarsi e vedere le richieste è totalmente gratuito”. 
Continua poi specificando che “solo quando sarai realmente interessato a rispondere ad una richiesta pagherai attraverso dei crediti; ogni tua risposta sarà un’opportunità per presentarti a nuovi clienti e farti conoscere!”. 
Poi altri blablabla, come “sarai tu ad avere il controllo!”, “ProntoPro ti invierà le richieste dei clienti, tramite email, sms o sull’applicazione (in base alle tue preferenze di notifica), e rispondi solo quando vuoi tu!”, “Aumenta il tuo business con ProntoProetcetcetc...

Ovviamente fanno il loro lavoro, enfatizzando il servizio che offrono. Fin qui, niente di strano. Un po' più in là, però, inizia ad esserci invece qualcosina di strano... 
Tu ti iscrivi, crei il tuo account e prepari il tuo profilo come suggerito dal sito. Inserisci i dati e le tue caratteristiche, descrivi la tua attività, la tua esperienza, la tua specializzazione, le tue credenziali. Bene. Tutto gratuito, come promesso. 
Ma è proprio da qui che ha inizio il giochino. ProntoPro inizia da subito, ma proprio subito, ad inviarti una serie di mail di richieste di lavoro, segnalandoti che Paolo S. ha bisogno di te, del tuo intervento, della tua professionalità, che Silvia M. ha chiesto la fornitura di un tuo servizio, che Mauro B. ha chiesto un tuo prodotto... 
Pensi tu, se sei un po' ingenuo e non vicino a certi meccanismi “Mammamia, qui c'è da fare un sacco di soldi!!!” Scatta quindi tempestivo il passaggio successivo, quello della pecunia.
Vuoi conoscere chi è che ti cerca? Chi vuole il tuo servizio? O perlomeno che chiede il tuo preventivo? PAGA”. Compri dei cosidetti “crediti” e puoi, da quel momento, accedere a chi si nasconde dietro a Paolo S., a Silvia M., a Mauro B.
Le soluzione sono svariate, da pochi crediti che impegnano pochi quattrini, a più crediti che impegnano molti quattrini. Molti si, per quello che scopri poi esserci dietro i misteriosi Paolo S., Silvia M., Mauro B. 

Si tratta di una serie di nomi fittizi, di pura fantasia, un'infinità di account falsi, o prestati al gioco, che in buona sostanza non portano a nulla. 
Come lo abbiamo scoperto? In un modo semplice. Ho incaricato alcuni amici e colleghi ed insieme a loro abbiamo investito 10 € a testa. Abbiamo acquistato qualche centinaio di crediti che ci hanno consentito di andare oltre la semplice mail di richiesta preventivo. 
Nel giro di pochi giorni abbiamo ricevuto oltre 90 richieste di preventivo, alle quali abbiamo prontamente dato seguito, inviando offerte molto vantaggiose, mantenendo dei costi talmente bassi con i quali era impossibile competere. 
Risultato? 0 (Zero) commissioni. 
E l'insieme di aziende che ho coinvolto in questo esperimento spaziavano dall'artigiano del legno a lavori di edilizia, da fornitore di servizi web a trasporti a sartoria ad altro ancora. 
Nessun vero contatto, ma in compenso un'ulteriore fitta serie di mail che portano a consumare i tuoi crediti e chiederne così altri, continuando a spendere. 
Perchè si, una volta che accedi al nome che si cela dietro la mail di richiesta preventivo ti vengono risucchiati i crediti che hai acquistato. Cosicchè tu non hai più crediti e te ne devi acquistare altri. 

Abbiamo scritto a ProntoPro, abbiamo cercato di capire se l'azienda che impegnava denaro con loro  non potesse eventualmente usufruire, almeno all'inizio, di una soluzione più trasparente, magari ripagando la fiducia di chi acquista i loro crediti con la garanzia di un minimo di risultato, o perlomeno, con la possibilità di una trattativa diretta con l'azienda richiedente. Invece no, nulla di tutto questo, e di buona risposta ti senti dire: “mi spiace, questa è la nostra filosofia, il nostro metodo, buona giornata”. 

Roby Rossi notizie curiosità viaggiAttenzione quindi, amici, ProntoPro è questo. Chi vuole rischiare può farlo, ma deve sapere che dietro c'è molto, ma molto, ma molto, torbido... Come il fratello gemello StarOfService, stessa tecnica, stesso torbido. 
Un pezzo come questo lo trovate qui, con relativi commenti, mentre un po' di recensioni le potete leggere qui, ma sappiatele interpretare... Anche qui un buon numero di account fasulli cercano di tenere a bada chi, invece, ha avuto veramente a che fare con loro. 
Per chiudere con una risata leggete qui in breve l'esperienza di questa amica di Ne. 

©Roberto Roby Rossi
 

Visualizzazioni: 156
©Roberto Roby Rossi Olbia - Sardegna rssrrt62m02d150b - cronaca@robyrossi.it - cell. 349.8569627 - skype - robyrossi62 - http://facebook.com/robyrobyrossi - twitter - @robyrossirob
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +